3 marzo 2014

The King is Naked

Buongiorno a tutti voi, oggi vorremmo concentrarci sull’ultima campagna lanciata da Greenpeace:"the king is naked". Essa mira a far cadere l’attenzione sull’utilizzo di sostanze pericolose nell’abbiagliamento d’alta moda.
Greenpeace ha condotto analisi su diversi capi d’abbigliamento di grandi marchi, come Versace, Dolce&Gabbana e Louis Vuitton, e nel 59% dei casi sono risultati positivi per una o più delle seguenti sostanze chimiche: nonifenoli etossilati (NPES), ftalati, composti perflorurati e polifluorurati, antimonio.  Tali sostanze se rilasciate nell’ambiente, durante il ciclo di produzione o attraverso il semplice lavaggio casalingo, possono danneggiare gravemente non solo l’ambiente e i suoi delicati ecosistemi, ma anche la salute di tutti, piccoli e grandi.
Molti dei vestiti analizzati erano destinati ai bambini, come sappiamo molto più sensibili alle sostanze inquinanti nella fase della crescita. 

Tutti i bambini del mondo sono principi e principesse agli occhi dei loro genitori. Vogliamo il meglio per i nostri figli: che sia costoso o no, ogni loro abito deve essere privo di composti chimici.



Le più alte concentrazioni di tali sostanze sono state rilevate in una scarpa ballerina di Louis Vuitton e in una giacca di Versace… della serie non è tutto oro ciò che luccica.
Noi riteniamo che la qualità, soprattutto se Made in Italy, debba essere ricercata, valorizzata e pagata per il valore intrinseco che essa porta.  Noi vogliamo pagare la qualità e non il nome stampato sopra al capo d’abbigliamento acquistato, coscienti anche del fatto che essa non è costituita solo dal tipo di materiale utilizzato, ma anche dal ciclo produttivo impiegato per la lavorazione del prodotto!!

Sono venti le aziende che hanno sottoscritto finora l’impegno Detox di Greenpeace, con l’obiettivo di assicurare la trasparenza della filiera, richiedendo ai propri fornitori di pubblicare i dati sugli scarichi delle sostanze chimiche pericolose e azzerare gli scarichi entro il 2020. Hanno sottoscritto l’impegno Nike, Adidas Puma, H&M, M&S, C&A, Li-Ning, Zara, Mango, Esprit, Levi's, Uniqlo, Benetton, Victoria's Secret, G-Star Raw, Valentino, Coop, Canepa, Burberry e Primark.


Sicuri che molti di voi la pensano allo stesso modo, vi chiediamo di firmare la petizione lanciata da Greenpeace raggiungibile da questo link http://www.greenpeace.org/italy/it/The-king-is-naked/?utm_source=Scout&utm_medium=Green&utm_campaign=home#home



A presto :)


8 commenti:

  1. Assolutamente da firmare!
    baci :)

    RispondiElimina
  2. Mi son venuti i brividi nel leggere ! Ma se i grandi nomi della moda usano veleni...non oso pensare che diavolerie chimiche ci sian in capi di ditte minori. Aiutooooo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione cara! anche io ci ho pensato :(

      Elimina
  3. Non sapevo queste cose! DA firmare assolutamente!
    Alessandra Style

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara!! grazie per il sostegno!! :) un bacione

      Elimina
  4. Bellissimo questo post! Mi hai aperto gli occhi su questa tematica (che sono un po' ignorante a riguardo!). Corro a firmare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara!! sono contenta :D più siamo meglio è!! un bacione

      Elimina